Lug 20 2012

Stevia: dolcificante dietetico naturale!

Dalle montagne fra Paraguay e Brasile, arriva la pianta più “dolce” di tutte… la Stevia! Basta dolcificanti sintetici, affidiamoci alla natura!

Category: Dimagrante,NutrizioneErboristeria La Giostra @ 13:54

Stevia_dolcificante La stevia è una pianta aromatica arbustiva originaria del Paraguay e del Brasile. Esistono tante specie di stevia, ma l’unica con proprietà dolcificanti significative è la rebaudiana; grazie ai suoi glicosidi è 45 volte più dolcificante del saccarosio (classico zucchero da cucina), le estrazioni che si trovano in commercio, in forma liquida o in polvere arrivano a dolcificare fino a 400 di più.

La stevia è una pianta utilizzata dagli indiani Guarani di origine Sudamericana dall’epoca pre colombiana, la chiamvano “erba dolce” e veniva utilizzata per dolcificare il Mate, bevanda amarognola utilizzata come tonico dagli indigeni.

I vantaggi principali nell’utilizzare la stevia come dolcificante:

  • non alza il livello di glucosio nel sangue,
  • non causa diabete,
  • ha zero calorie, per questo è utilizzata durante diete o regimi alimentari ipocalorici
  • può essere utilizzata per cucinare,
  • è un dolcificante naturale.

Stevia_dolcificanteLa stevia viene utilizzato come dolcificante dietetico al posto dell’Aspartame e dell’Acesulfame K, due dolcificanti sintetici utilizzati da diverso tempo anche dalle grandi industrie, ma sui quali sono insorte diverse polemiche riguardanti la loro tossicità, in particolar modo, negli ultimi mesi, è stata posta l’attenzione sull’Aspartame, inquanto non sono chiari gli studi effettuati prima della sua mesa in commercio (risalente al 1982 per l’Italia), il dubbio principale è che possa essere cancerogeno.

La stevia, essendo un piccolo arbusto, può essere anche coltivato a casa propria, non necessita di cure particolari, in questo modo, oltre ad utilizzare il dolcificante di stevia si può avere la soddisfazione personale di avere una piccola coltivazione a casa propria, con il vantaggio di poterla utilizzare in cucina.

Per dosare il sapore dolce basta provare a staccare una foglia o un rametto e masticarlo, si avverte subito un sapore molto dolce che lascia un leggero retrogusto di liquirizia.

Ricetta con le foglie di stevia: Torta con la stevia al posto dello zucchero, marmellata d’arance senza zucchero e gocce di cioccolato bio

Ingredienti:

  • 400 gr farina di grano tenero (o kamut, farro,…) integrale
  • 100 gr di burro bio da sciogliere con acqua o latte vegetale (di soia, di farro, d’avena,…)
  • 40 gr di stevia (foglia o rametti secchi)
  • 1 cucchiaio di marmellata d’arance bio senza zucchero
  • 40 gr di cioccolato fondente da sbriciolare nell’impasto.
  • lievito naturale
  • un uovo (che volendo può essere anche tolto)

Mettete insieme gli igredienti come per tutte le torte e cuocere in forno a 180° per 30 minuti.

Tags: , ,


Mag 15 2012

Rimedi naturali Aloe: la tua “farmacia naturale” a portata di mano!

Dai rimedi naturali degli antichi egizi, passando dai cavalieri templari fino a noi… Scopri le proprietà di questa fantastica pianta!

Category: AloeErboristeria La Giostra @ 10:10

Rimedi_naturali_aloeI rimedi naturali a base di Aloe sono tantissimi, grazie ai suoi principi attivi, questa pinta, trova impiego come integratore alimentare e in cosmetica.

L’Aloe è una pianta perenne della famiglia delle Aloeaceae che predilige temperature calde e secche. Il suo aspetto è ormai inconfondibile, con lunghe foglie raggruppate a ciuffo di consistenza carnosa, dovuta al “famoso” gel contenuto al loro interno.

Le specie classificate di Aloe sono più di 300, hanno svariate dimensioni e sono diffuse in tutto il pianeta, ma se guardiamo le virtù curative che possano costituire un rimedio naturale, il campo si ristringe.

Le principali specie con proprietà curative, di questa “magica” pianta sono:

  • Aloe arborescens: ha un altissima concentrazione di principi attivi nel gel, che però, ha una resa piuttosto scarsa
  • Aloe vera, chiamata anche Aloe barbadensis miller: ha un alta quantità di gel nelle sue foglie
  • Aloe ferox: ha un ottima concentrazione di vitamine e sali, ma il resto dei principi attivi non ha concentrazioni omogenee

Rimedi_naturali_aloeLa varietà di componenti rende l’Aloe una “farmacia naturale”; esaminiamo meglio le proprietà e i rimedi naturali di questa fantastica pianta:

  • Azione purificante: dovuta all’aloina, al potassio e agli zuccheri complessi (polisaccaridi)
  • Azione nutritiva: dovuta all’ampia gamma di sostanze che vanno dai minerali, agli amminoacidi, alle vitamine…
  • Proprietà cicatrizzante: grazie all’acemannano stimola la riproduzione dei tessuti
  • Proprietà antivirale: è dovuta ai vari principi attivi, in particolare quelli propri dell’acemannano
  • Proprietà antinvecchiamento: contrasta i radicali liberi grazie alle vitamine (C ed E in particolare), agli oligoelementi antiossidanti (magnesio e selenio), prolina e saponine.
  • Proprietà antinfiammatoria e lenitiva locale: dovuta gli steroli vegetali
  • Proprietà antibatterica: grazie all’azione antisettica dell’acido cinnamico e crisofanico
  • Proprietà antidolorifica: dovuta all’acido acetilsalicillico

Rimedio naturale Aloe, un tuffo nella storia tra miti e leggende

Rimedi_naturali_aloe

Non si sa con precisione da quanto tempo l’uomo abbia iniziato ad utilizzare il rimedio naturale Aloe per scopi terapeutici; uno dei primi documenti dove viene menzionato il rimedio naturale Aloe per scopo farmaceutico risale al 2100 a.C. su una tavoletta d’argilla sumerica, ma già nel 4000 a.C l’aloe appariva nei disegni di un antico tempio egizio.

Molti popoli giovarono delle proprietà ricavate dai rimedi naturali a base di Aloe, venerandola per le sue propretà guaritrici, poco a poco, la pianta si ricoprì di con un velo di mistero e leggenda.

Gli Egizzi chiamavano l’aloe vera “Pianta dell’immortalità”, veniva coltivata personalmente da Salomone e abitualmente utilizzata dalle regine egiziane Nefertiti e Cleopatra.

I cavalieri templari univano l’aloe vera ad un miscuglio con canapa e vino di palma, dandogli il nome di “L’elisir di Gerusalemme” per garantire salute e longevita

Gli arabi chiamavano l’aloe vera “il giglio del deserto”, gli Indù “la guaritrice silenziosa”, gli antichi medici cinesi “rimedio armonioso”

Un antica leggenda narra che Alessando Magno conquistò l’isola di Socotra, ricca di coltivazioni d’Aloe, solo per poter giovare dei benefici di questa pianta in maniera costante, dando modo ai suoi soldati di guarire dalle ferite procurate in battaglia.

Hanno detto dell’Aloe:

“Quattro vegetali sono indispensabili per la vita dell’uomo: il grano, la vite, l’ulivo e l’aloe; il primo lo nutre, il secondo gli allieta il cuore, il terzo lo armonizza, il quarto lo guarisce.” _ Cristoforo Colombo _

“Possedere un aloe vera è come avere una farmacia in una pianta” _ Dr. Winters _

Scegli l’Aloe adatta a te:

Rimedi_naturali_aloe

Aloe soft cream

Rimedi_naturali_aloe

Aloe pure gel

Rimedi_naturali_aloe

Aloe vera extra

Rimedi_naturali_aloe

Aloe vera slurp!

Rimedi_naturali_aloe

Aloe vera D-tox

Rimedi_naturali_aloe

Aloe vera D-fence

Rimedi_naturali_aloe

Aloe vera D-gest

 


Tags: , , , , , , , ,


Apr 21 2012

Rimedi naturali Acai: il super frutto brasiliano ricco di sostanze salutistiche per il tuo benessere!

Dalla foresta amazzonica, tra mito e realtà, per scoprire l’origine del Acai

Category: AcaiErboristeria La Giostra @ 11:21

L’Acai è tra i rimedi naturali più conosciuti ed utilizzati negli ultimi anni, è anche chiamato il “super frutto brasiliano”, per la grande quantità di principi attivi contenuta nelle sue bacche che ne permettono un utilizzo molto vario.

L’ Acai (Euterpe oleracea) è una pianta spontanea nativa della foresta amazzonica, che dona frutti polposi di viola intenso. La raccolta di bacche mature avviene tra luglio e dicembre, viene effettuata durante la notte, in modo da preservare il frutto e tutte le sue proprietà salutistiche.  Dopo la raccolta le bacche di Acai devono essere lavorate entro le 24 ore successive perchè facilmente deperibili;  questo è determinante per avere un rimedio naturale efficace.

Il prodotto della lvorazione si presenta come una densa e cremosa polpa color vinaccia, spesso consumata con frutta secca e muesli.

Rimedio naturale Acai, tra mito e realtà! Per scoprire l’origine del nome “Acai”, dobbiamo immergerci nelle leggende brasiliane:

La cultura popolare narra che nella foresta amazzonica brasiliana viveva una antica tribù indio, alle prese quotidianamente con la sopravvivenza a causa della difficile reperibilità del cibo.

Itaca, il capo tribù consapevole della drammatica situazione che investiva la sua gente, giunse ad una severa e drastica decisione: ogni nuovo nato sarebbe stato ucciso per il bene collettivo della comunità. Itaca non scese a compromessi nemmeno quando nacque il bambino di sua figlia Iaca, infatti ordinò di ucciderlo.

La madre del bambino disperata pregò gli dei, quando all’improvviso dalla sua capanna udì i vagiti del bambino, uscì e con grande meraviglia al posto del piccolo trovò una rigogliosa palma carica di frutti globosi viola intenso.

L’indomani la tribù scoprì Iaca senza vita accanto alla palma, con lo sguardo fisso sulle bacche della pianta.

Gli indios raccolsero questi frutti e li consumarono come base alimentare, scoprendo ed apprezzando le numerose proprietà nutrizionali e salutistiche, che con il tempo hanno fatto conquistare loro il nome di “frutto della vita”.
Itaca comprese che per merito di questo frutto la sua tribù non avrebbe più sofferto la fame ed in ricordo del sacrificio di sua figlia Iaca assegnò al nuovo frutto il nome della figlia letto al contrario, Acai.

Tutte le proprietà e gli utilizzi del rimedio naturale Acai:

Il succo che si ricava dalle bacche di è una fonte ricchissima di energia e presenta notevoli proprietà salutistiche che permettono l’impiego del rimedio naturale Acai su vari fronti:

  • Antiossidante: l’Acai offre un elevatissimo contenuto di sostanze antiossidanti (antiocianine), che conferiscono una protezione dai danni dei radicali liberi e dell’invecchiamnto precoce. La cianidina-3-glucoside è l’antocianina primaria, che risulta essere più efficace delle antocianine contenute nel vino rosso.
  • Colesterolo: il profilo nutrizionale degli acidi grassi (omega 9 e 6) presenti nelle bacche di Acai è sovrapponibile a quello contenuto nell’olio di oliva, giustificandone in tal senso la capacità di controllare fisiologicamnte i livelli di colesterolo.
  • Catalizzatore: gli acidi grassi omega 6, contenuti nell’Acai, favoriscono inoltre la corretta funzionalità delle membrane cellulari, migliorando di conseguenza il trasporto e l’assorbimento di diversi nutrienti.
  • Modulatore intestinale: Il frutto è ricco di fibre sia solubili che insolubili, in virtù di ciò può aiutare a regolarizzare naturalmente l’intestino
  • Dimagrante: le fibre presenti nel frutto di Acai donano un senso di sazietà, quindi può favorire la perdita di peso, fornendo energia senza appesantire grazie alle sue proprietà.
  • Disinfettante urinario: I fitosteroli presenti possono beneficiare in caso di affezioni della prostata e del tratto urinario.
  • Tonico energetico: Il succo i Acai è ricco di minerali (sodio, potassio, calcio, fosforo, magnesio, ferro), vitamine (A, B, C, E) aminoacidi, elementi essenziali che conferiscono tono ed energia all’orgaismo.

Scegli L’Acai adatto a te:

Acai succo di Optima

Acai perle di Solgar


Tags: , , , , , , ,


Mar 22 2012

Re – code Platinum, dimagrante di 3° generazione! Il prodotto ideale per il controllo del peso!

Dopo i 30 anni non si tratta solo di controllare il peso, ma anche di modellare i famosi punti critici! Il tuo corpo richiede un dimagrante specifico e mirato? è ora di essere la donna che vuoi!

Category: DimagranteErboristeria La Giostra @ 13:13

Dimagrante! Un mercato di consumatrici deluse alla ricerca di una soluzione! Da quanto tempo non ti viene proposta una novità rivoluzionaria tra i prodotti per controllo del peso corporeo?

Analizziamo insieme la storia dei dimagranti:

  • Anni ’90 la prima generazione di prodotti dimagranti per il controllo del peso

Gli scarsi effetti di questi prodotti hanno allontanato i consumatori. Gli attivi contenuti in questa prima generazione spesso vengono utilizzati in basse quantità e, in alcuni casi, manifestano un inconsistenza scientifica a causa dello scollamento tra i risultati delle sperimentazioni  in vitro e in vivo. Parliamo di dimagranti termogenici, blocca grassi, blocca zuccheri, regolatori del senso di sazietà.

  • Anni 2000 la seconda generazione di prodotti dimagranti per il controllo del peso

L’obbiettivo dichiarato dai drenanti non è la perdita di peso, ma la depurazione. Facilitando i fisiologici processi dell’organismo si ottiene, di riflesso, un effetto dimagrante. Questa seconda generazione raggiunge lo scopo prefissato ma nonostante l’evoluzione dei prodotti dimagranti per il controllo del peso abbia migliorato le performance raggiunte, gli integratori ancora non offrono una risposta in grado di andare al cuore del problema del peso e, “perché ogni tentativo fatto per rimanere in forma non funziona?” è stato fino ad oggi un problema irrisolto!

  • 2009 nasce la terza generazione di prodotti dimagranti per il controllo del peso: arriva re – code dimagrante
  • 2012 la soluzione! Nasce la formula potenziata del dimagrante re – code Platinum!

Il dimagrante re – code Platinum risponde alla domanda che tante donne si pongono dopo i 30 anni: Rimanere in forma? Perchè tutti i miei tentativi non bastano più?

Tags: , , , , , ,


Apr 30 2011

Il “dramma della pelle a buccia d’arancia” compare nuovamente con la bella stagione. Perché avere paura di scoprirsi? E’ il momento di correre ai ripari!

La cellulite torna a tormentare molte donne poco prima del periodo estivo.

Category: Rimedi naturali celluliteErboristeria La Giostra @ 12:15

 

E’ molto importante capire che cos’è la cellulite*: è un accumulo di grasso, acqua e impurità, spesso localizzato su cosce e glutei, ma anche su ginocchia, braccia e addome.

Il “dramma della pelle a buccia d’arancia” essendo un problema che interessa la microcircolazione linfatica e sanguigna con accumulo di tossine, coinvolge le donne indipendentemente dalla forma fisica, essere in sovrappeso non determina necessariamente un problema di cellulite*.


Ci sono diversi rimedi a cui poter ricorrere:

  • Fitoterapia:

Si possono utilizzare diverse piante per questo problema:

  1. Ci si può affidare ai prodotti composti da più fitoestratti in modo da ottenere una perfetta sinergia dei principi attivi delle piante.
  2. Oppure si può lavorare sulle piante singole, ricordandosi di agire sugli aspetti fondamentali della cellulite: la ritenzione (Betulla, Pilosella, Centella, …), la circolazione (Ginkgo biloba, Mirtillo, Vite rossa…), le tossine (Tarassaco, Cardo mariano, Ortica, …) e, in caso di necessità, l’adipe (Alga Fucus, Garcinia, Tè verde,…)

 

  • Oligoterapia

Ideale è l’abbinamento di 3 oligoelementi da usare a giorni alterni, Manganese – Cobalto, Zolfo e Potassio

 

  • Cosmetica

Ci sono tantissimi trattamenti da applicare localmente per contrastare gli inestetismi cutanei:

  1. I più conosciuti come trattamenti sono i Fanghi, ottimi perhcè agiscono per osmosi;
  2. Al secondo posto ci sono le creme anticellulite, consigliate anche in abbinamento al fango
  3. Da non dimenticare come trattamento sono molto efficaci i peeling, gli scrub e i bagni con i sali

 

  • Floriterapia

Fiori di Bach:

  1. Chicory e Pine per chi trattiene i liquidi sopratutto nelle cosce;
  2. Water Violet e Star of Bethlehem per chi ha ritenzione nelle braccia;
  3. Crab Apple e Mimulus per chi non ama il proprio corpo a causa della cellulite.

Fiori australiani:

  1. Dagger Hakea rompe ed elimina gli addensamenti corporei, agendo specialmente sulle tossine
  2. Bottlebrush questa essenza aiuta nel riattivare i flussi nel nostro corpo, compreso il sistema circolatorio e linfatico, muovendo quindi i ristagni di liquidi.
  3. Billy Goat plum, è il fiore per chi vede la cellulite come un problema fisico e prova repulsione per il proprio corpo
  4. Oppression free: il composto di fiori australiani che agisce per l’eliminazione delle tossine e la riattivazione del sistema linfatico

In più:

  • Aumentare l’esercizio fisico, prediligere esercizi aerobici (passeggiata veloce, trotterellare, salire e scendere le scale, bicicletta, …) possibilmente tutti i  giorni per almeno un ora.
  • Bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, prediligere un acqua con residuo fisso inferiore a 100 mg/l.
  • Impostare uno stile alimentare corretto, prediligere alimenti integrali, frutta, verdura, alghe, semi e frutta secca.
  • Bere centrifugati di frutta e verdura, sono drenanti e depurativi.
  • Cercare di variar il più possibile le pietanze, avere un’alimentazione variata aumenta il metabolismo.

Confidenze tra amiche:

  • eseguire tutte le sere un massaggio con un guanto di crine dalla caviglia al glutei, in senso circolare spostandosi dal basso verso l’alto;
  • terminato il massaggio passare un getto di acqua fredda su tutta la gamba dalla caviglia al gluteo.

A volte le intolleranze alimentari possono limitare l’efficacia di questi rimedi, effettua il test per un controllo completo.

*cellulite: inestetismo cutaneo ed adiposità della pelle

Veronica Gallo

Studentessa di Tecniche Erboristiche

 

Per scoprire tutti i prodotti anticellulite clicca QUI

 

Bibliografia:
E. Maugini, L. Malechi Bini & M. Mariotti Lippi (2006), Manuale di botanica farmaceutica, VIII edizione, Picini

White, I. (2004) Essenze floreali australiane, Trad. di Sonia Sferzi, Revisione di Enrica Savioli. Milano, Tecniche nuove

Mearelli F. (2005) Prontuario di fitoterapia, Lama di S.Giustino (PG), Edizioni Erbamea

Sangiorgi E. & Brizzi M. (2006), In caso di… prontuario di Rimedi e Terapie Naturali, centro studi Ting spazzavento

James F. Balch & Mark Stengler (2004) Il libro dei rimedi naturali, Trad. di Bruna Bracco, Paola Monaco, Erica Sarnatoria. Armenia

Howard J. & Ramsell J. (1994), Guarire con i fiori di Bach, Milano, tecniche nuove

 

Tags: , , , ,


Pagina successiva »