Ago 11 2011

Non farti rovinare le vacanze dalla stanchezza! Ritrova subito energia e vitalità.

Ecco un modo semplice per trovare il tuo tonico, riconquistare le forze è semplice, basta sapere come fare.

Category: EstateErboristeria La Giostra @ 19:02

Agosto è il mese della stanchezza; il caldo e lo stress sono ormai arrivati all’apice e si rischia di terminare le vacanze senza essere realmente riusciti a trovare un po’ di relax e tranquillità.

Innanzitutto occorre capire da cosa deriva questa spossatezza; il 90% delle persone accusa questo disagio perchè si trova in uno stato di stress e ha un surplus di tossine in corpo.

Ormai, per abitudine, quando la stanchezza prende il sopravvento si corre alla ricerca di un tonico, però, molte volte un energizzante da solo non basta al nostro fisico per ritrovare forza ed energia, bisogna affiancarlo ad un integratore che colpisca la causa della nostra spossatezza.

  • Controlla la tua alimentazione: Limita zuccheri e prodotti industriali, prediligi frutta e verdura, mantieni variata la tua alimentazione. La tua energia ha bisogno di vitamine e minerali. Clicca QUI
  • Attento a cosa bevi: Limita bevande alcoliche, tè e caffè, prediligi centrifugati, tisane, infusi e succhi senza zucchero (possibilmente biologici); ricordati di bere, non cercare un alternativa all’acqua, per il nostro organismo è fondamentale. La tua energia ha bisogno di un depurativo. Clicca QUI
  • Sorveglia il tuo intestino: non sottovalutare la regolarità intestinale, è uno dei primi sintomi dello stress e, se non ha regolarità giornaliera, è fonte di tossine. La tua energia ha bisogno di fermenti latticiClicca QUI
  • Elimina l’ansia e lo stress: fare una bella passeggiata e uscire con gli amici aiuta a scaricare la tensione, una volta arrivata a casa ci si sente più rilassati e sereni. La tua energia ha bisogno di un tonico dell’umore. Clicca QUI
  • Dormire sonni tranquilli: è molto importante riposare correttamente durante la notte, il nostro corpo si rigenera. La tua energia ha bisogno di un rilassante. Clicca QUI

Dopo aver trovato il prodotto per combattere la causa della tua stanchezza scegli il tonico da abbinare, per tornare subito in forma. Clicca QUI

In breve tempo ritroverai vitalità per vivere a pieno l’energia delle vacanze.


Veronica Gallo

Studentessa di Tecniche Erboristiche

Tags: , , , ,


Lug 12 2011

Riscopriamo il piacere di essere baciati dal sole

Contrastiamo i radicali liberi con beta-carotene e creme anti-age, per non rinunciare al piacere di un abbronzatura in totale sicurezza

Category: EstateErboristeria La Giostra @ 17:21

L’estate è arrivata, e con lei si ricomincia a parlare di radicali liberi, ma vediamo insieme cosa sono queste molecole e che effetti hanno sul nostro organismo.

Una delle cause della formazione di radicali liberi sono le radiazioni ultraviolette, a cui siamo sottoposti sopratutto in estate, sia che si decida di trascorrere le vacanze al mare o in montagna.

I radicali liberi derivano dalla rottura simmetrica di legami chimici, che può avvenire in seguito a forti apporti energetici esterni, come, appunto, le radiazioni ultraviolette e possono essere in parte causa di ossidazione, degradazione di molecole come l’acido ialuronico e il collagene, lesione di molecole e del DNA, invecchiamento cutaneo…

Per contrastare la formazione di radicali liberi, causati dai raggi solari, vengono utilizzati antiossidanti, sotto forma di integratori, come per esempio, il beta-carotene, ma è indispensabile proteggere la pelle con creme solari.

Beta-carotene:

I Caroteni sono pigmenti arancioni presenti in molti alimenti, tutti noi sappiamo che si trovano nelle carote, nel melone e nelle patate dolci; ma in relata, la loro concentrazione più alta si trovano in alcune alghe, come l’Alga Dunaliella salina.

Il Beta-carotene è un precursore della vitamina A, ne consente la sintesi nel nostro organismo; questa sostanza ha una azione antiossidante, utile come difesa naturale contro i processi dell’invecchiamento e le alterazioni cellulari indotte dai radicali liberi; inoltre grazie alle sue proprietà antiossidanti il beta-carotene risulta di beneficio per coloro che soffrono di fotosensibilità.


Creme solari:

Una delle novità per l’estate 2011 è la linea solari anti-age proposta da Guam.

Questo tipo di solari sono stati studiati per contrastare il fotoinvecchiamento cutaneo, proteggendo e abbronzando la pelle del corpo e del viso.

  • Donano una protezione completa contro i raggi UVA e UVB: le formulazioni sono in linea con le nuove normative europee che richiedono una protezione SPF a vasto spettro.
  • Aiutano a contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento della pelle: gli oligoelementi inorganici della sorgente Marina di Noirmoutier migliorano la vitalità cellulare; diversi studi in vitro hanno dimostrato la sua efficacia nel proteggere la pelle con azione antiaging.
  • Migliorano il trofismo cutaneo: le alghe Guam, ricche di aminoacidi e peptidi, unite agli oligoelementi della sorgente Marina di Noirmoutier, agiscono sulla textur dell’epidermide, donando elasticità e luminosità alla pelle.

I solari anti-age Guam vengono incontro alle tue esigenze per vivere serenamente un estate senza pensieri

Veronica Gallo

Studentessa di Tecniche Erboristiche

Bibliografia:

Enciclopedia Bompiani (1995), Medicina, vol. 23-24, Milano, Grolier Italia

Jacques Delamare (1995), I Termini Medici, Bologna, Monduzzi Editore

Tags: , , ,


Mag 26 2011

Le vaginiti nel periodo estivo

Quasi tutte le donne nell’arco della loro vita affrontano problematiche vaginali: bruciore, rossore, micosi, …

Category: Apparato genitaleErboristeria La Giostra @ 09:33

Il periodo estivo si sta avvicinando e con esso anche le tanto fastidiose infezioni vaginali che particolarmente in questo periodo dell’anno dimostrano una maggiore incidenza per differenti situazioni ambientali predisponenti. Il caldo, il sudore, lo stress, una alimentazione ricca in zuccheri raffinati, la frequentazione di spiagge e piscine, indumenti sintetici, come il costume da bagno, possono favorire l’alterazione del pH vaginale e della microflora batterica e rappresentare fattori predisponenti a forme di micosi ricorrenti e recidivanti.

La prevenzione è una vera e propria strategia terapeutica che coinvolge sia il terapeuta che la paziente stessa.

Ecco alcuni utili consigli per mantenere in equilibrio l’ecosistema vaginale e per mantenere a valori fisiologici il pH vaginale:

  • prestare particolare attenzione all’igiene personale quotidiana, usando detergenti a pHacido, più vicino al valore fisiologico
  • indossare indumenti comodi e realizzati in tessuto naturale
  • utilizzare assorbenti interni solo quando realmente necessario
  • ridurre l’utilizzo di proteggi slip durante il periodo estivo
  • in caso di attività fisica o frequentazione di palestre e piscine, utilizzare detergenti eprodotti dermoprotettivi in grado di ricostruire la fisiologia cutanea ed il pH fisiologico
  • in caso di assunzione di antibiotici proteggere la flora batterica intestinale con probioticinon batterici e successivamente ricostruire la flora batterica intestinale e vaginale con probiotici mirati.

 

Candinorm Ovuli

Efficace da subito in caso di:

  • vaginosi batteriche, vulvovaginiti, micosi ed infezioni vaginali ricorrenti
  • prurito, bruciore, perdite

 


 

IntiNorm

Efficace in caso di:

  • alterazione del pH vaginale anche in seguito a vaginosi batteriche o micosi
  • bruciore, rossore, prurito, sensibilità e perdite
  • secchezza vaginale

 


A cura della divisione scientifica Pegaso

 

 

 

 


Tags: , , ,


Apr 30 2011

Il “dramma della pelle a buccia d’arancia” compare nuovamente con la bella stagione. Perché avere paura di scoprirsi? E’ il momento di correre ai ripari!

La cellulite torna a tormentare molte donne poco prima del periodo estivo.

Category: Rimedi naturali celluliteErboristeria La Giostra @ 12:15

 

E’ molto importante capire che cos’è la cellulite*: è un accumulo di grasso, acqua e impurità, spesso localizzato su cosce e glutei, ma anche su ginocchia, braccia e addome.

Il “dramma della pelle a buccia d’arancia” essendo un problema che interessa la microcircolazione linfatica e sanguigna con accumulo di tossine, coinvolge le donne indipendentemente dalla forma fisica, essere in sovrappeso non determina necessariamente un problema di cellulite*.


Ci sono diversi rimedi a cui poter ricorrere:

  • Fitoterapia:

Si possono utilizzare diverse piante per questo problema:

  1. Ci si può affidare ai prodotti composti da più fitoestratti in modo da ottenere una perfetta sinergia dei principi attivi delle piante.
  2. Oppure si può lavorare sulle piante singole, ricordandosi di agire sugli aspetti fondamentali della cellulite: la ritenzione (Betulla, Pilosella, Centella, …), la circolazione (Ginkgo biloba, Mirtillo, Vite rossa…), le tossine (Tarassaco, Cardo mariano, Ortica, …) e, in caso di necessità, l’adipe (Alga Fucus, Garcinia, Tè verde,…)

 

  • Oligoterapia

Ideale è l’abbinamento di 3 oligoelementi da usare a giorni alterni, Manganese – Cobalto, Zolfo e Potassio

 

  • Cosmetica

Ci sono tantissimi trattamenti da applicare localmente per contrastare gli inestetismi cutanei:

  1. I più conosciuti come trattamenti sono i Fanghi, ottimi perhcè agiscono per osmosi;
  2. Al secondo posto ci sono le creme anticellulite, consigliate anche in abbinamento al fango
  3. Da non dimenticare come trattamento sono molto efficaci i peeling, gli scrub e i bagni con i sali

 

  • Floriterapia

Fiori di Bach:

  1. Chicory e Pine per chi trattiene i liquidi sopratutto nelle cosce;
  2. Water Violet e Star of Bethlehem per chi ha ritenzione nelle braccia;
  3. Crab Apple e Mimulus per chi non ama il proprio corpo a causa della cellulite.

Fiori australiani:

  1. Dagger Hakea rompe ed elimina gli addensamenti corporei, agendo specialmente sulle tossine
  2. Bottlebrush questa essenza aiuta nel riattivare i flussi nel nostro corpo, compreso il sistema circolatorio e linfatico, muovendo quindi i ristagni di liquidi.
  3. Billy Goat plum, è il fiore per chi vede la cellulite come un problema fisico e prova repulsione per il proprio corpo
  4. Oppression free: il composto di fiori australiani che agisce per l’eliminazione delle tossine e la riattivazione del sistema linfatico

In più:

  • Aumentare l’esercizio fisico, prediligere esercizi aerobici (passeggiata veloce, trotterellare, salire e scendere le scale, bicicletta, …) possibilmente tutti i  giorni per almeno un ora.
  • Bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, prediligere un acqua con residuo fisso inferiore a 100 mg/l.
  • Impostare uno stile alimentare corretto, prediligere alimenti integrali, frutta, verdura, alghe, semi e frutta secca.
  • Bere centrifugati di frutta e verdura, sono drenanti e depurativi.
  • Cercare di variar il più possibile le pietanze, avere un’alimentazione variata aumenta il metabolismo.

Confidenze tra amiche:

  • eseguire tutte le sere un massaggio con un guanto di crine dalla caviglia al glutei, in senso circolare spostandosi dal basso verso l’alto;
  • terminato il massaggio passare un getto di acqua fredda su tutta la gamba dalla caviglia al gluteo.

A volte le intolleranze alimentari possono limitare l’efficacia di questi rimedi, effettua il test per un controllo completo.

*cellulite: inestetismo cutaneo ed adiposità della pelle

Veronica Gallo

Studentessa di Tecniche Erboristiche

 

Per scoprire tutti i prodotti anticellulite clicca QUI

 

Bibliografia:
E. Maugini, L. Malechi Bini & M. Mariotti Lippi (2006), Manuale di botanica farmaceutica, VIII edizione, Picini

White, I. (2004) Essenze floreali australiane, Trad. di Sonia Sferzi, Revisione di Enrica Savioli. Milano, Tecniche nuove

Mearelli F. (2005) Prontuario di fitoterapia, Lama di S.Giustino (PG), Edizioni Erbamea

Sangiorgi E. & Brizzi M. (2006), In caso di… prontuario di Rimedi e Terapie Naturali, centro studi Ting spazzavento

James F. Balch & Mark Stengler (2004) Il libro dei rimedi naturali, Trad. di Bruna Bracco, Paola Monaco, Erica Sarnatoria. Armenia

Howard J. & Ramsell J. (1994), Guarire con i fiori di Bach, Milano, tecniche nuove

 

Tags: , , , ,


Set 28 2010

L’importanza degli enzimi sul metabolismo

Non si è necessariamente quello che si mangia, bensì quello che si riesce a digerire

Category: NutrizioneErboristeria La Giostra @ 18:49

Il Dr Howell, pioniere dell’impiego clinico degli enzimi di derivazione vegetale, riteneva che la lunghezza della vita fosse proporzionale alla quantità di enzimi consumati nel processo della digestione.

Gli enzimi, infatti, vengono dirottati dal loro naturale impiego metabolico, in particolar modo quelli del sistema immunitario, allo scopo di digerire cibo cotto, in cui una temperatura di 48°C per più di 15 minuti, distrugge completamente gli enzimi essenziali. Agli enzimi, catalizzatori di natura proteica dotati di alta specificità, si deve l’ordinato svolgersi di quella miriade di reazioni che hanno luogo incessantemente nella materia vivente e che nel complesso costituiscono il metabolismo. Senza di essi la maggior parte delle reazioni sarebbe estremamente lenta e, per accelerarle,occorrerebbero mezzi chimici o fisici, troppo energici per le delicate strutture cellulari.
L’attività degli enzimi assolve quindi una funzione essenziale per la realizzazione del complesso biochimismo cellulare.

Le malattie degenerative croniche sono imputabili a una grave carenza enzimatica.

Quando si mangiano alimenti cotti, gli enzimi deputati a digerirli vengono prodotti da altri organi o tramite un costante drenaggio degli stessi dal sistema immunitario; quando tutto questo si verifica nell’arco di un’intera esistenza, gli organi deperiscono e vengono sopraffatti dalla malattia.

Il pancreas umano è due o tre volte più pesante e grande rispetto a quello degli altri mammiferi, attribuendo la causa di tale caratteristica al consumo di una eccessiva quantità di alimenti cotti, che costringe la ghiandola a un’iper produzione enzimatica con conseguente ipertrofia.

Con il passare del tempo il nostro organismo non produce più la stessa quantità di enzimi di quando eravamo bambini o giovani. Non si è necessariamente quello che si mangia, bensì quello che si riesce a digerire, un miglior processo digestivo, coadiuvato da enzimi di derivazione vegetale, dovrebbe costituire il punto di partenza di qualsiasi programma di tutela della salute; quando l’organismo riesce ad ottenere quello di cui necessita e nel momento in cui ne ha bisogno esso produce meraviglie.

A tutt’oggi nessuno è riuscito a creare un enzima partendo da materiale sintetico, gli enzimi si possono creare esclusivamente partendo da materiale organico vivente. Il problema è che i preparati enzimatici tradizionali hanno una limitata efficacia. Le formulazioni in pastiglie, infatti, a causa del calore inerente alla lavorazione perdono almeno il 50% dell’attività enzimatica; gli enzimi derivati dalla frutta esotica (papaina e bromelaina) forniscono un apporto di due o tre enzimi, che non coprono in alcun modo il fabbisogno enzimatico del nostro organismo, che si aggira intorno a 10.000 enzimi giornalieri e da ultimo non dimentichiamo che gli enzimi sono macromolecole proteiche che nella loro forma non scomposta vengono assimilati dall’organismo solo in bassa percentuale.


La domanda è: “Come procurarsi al giorno d’oggi una gran quantità di enzimi funzionanti endogeni?”

Il Dr. Hans Niedermaier, farmacista e chimico alimentare, nel 1970 si è posto questa domanda e dopo 30 anni di ricerche ha scoperto il processo di fermentazione a cascata.

Partendo da frutta, noci e verdure biologiche sminuzzate si effettuano varie fermentazioni successive tramite l’aggiunta dei microrganismi per ottenere una scomposizione di tutti gli elementi efficaci con notevole aumento dell’energia vibratoria e trasformare gli enzimi molecolarmente grandi in subunità enzimatiche costituite da piccole catene peptidiche di informazione terapeutica potenziata, che hanno la possibilità attraverso i villi intestinali di raggiungere il circolo sanguigno e venire in gran parte assorbiti anche già tramite la mucosa orale.

Il prodotto finale è privo di zucchero, alcol e conservanti, privo di microrganismi viventi:

Regulat è un meraviglioso elisir di aminoacidi, flavonoidi, polifenoli, carotenoidi, vitamine, minerali che garantisce un potenziale antiossidante elevatissimo. Con la somministrazione degli enzimi scomposti si mira a restituire all’organismo il suo equilibrio (omeostasi), ostacolando così disfunzioni metaboliche, iperacidità, invecchiamento di articolazioni o tessuti e ossidazioni incontrollate, responsabili dei sintomi acuti o cronici di molte malattie.


Dottoressa Claudia Campagnoli

Prodotti correlati:
  • Regulat 100ml
  • Regulat 350ml

Tags: , , , , ,


« Pagina precedentePagina successiva »